DANZE ORIENTALI

Una danza delle donne per le donne

FIDUCIA E CONSAPEVOLEZZA

corso danza deL ventre_nido airone

Sapete veramente cosa sono le Danze Orientali? O per usare un termine più largamente diffuso…la Danza del ventre?

Sarà una sorpresa per molti scoprire che la Danza Orientale non nasce per essere uno spettacolo che allieta gli uomini, bensì come una danza delle donne per le donne, che si ricollega ad antichissimi culti religiosi legati alla Madre Terra. Le sue origini sono quindi sacre: un culto con cui si propiziava e si celebrava la fertilità nelle antiche società matriarcali della Mesopotamia, la sua natura veniva quindi associata ad una femminilità-fertilità e non vissuta esclusivamente come sensualità.

È la celebrazione della vita e della femminilità in tutti i suoi aspetti.

È un’arte che dona, a chi con pazienza e impegno le si dedica, il piacere di riscoprire il proprio corpo e la propria femminilità, acquisendo consapevolezza e sicurezza.

La Danza Orientale è in grado di apportare innumerevoli e spesso ignorati benefici, sia per il corpo che per la mente. Chi avrà la pazienza e la costanza di praticare quest’arte antichissima, oggi divenuta una disciplina complessa e ricca di sfaccettature, potrà godere a livello fisico  e psicologico di:

  • un miglioramento della circolazione sanguigna.
  • un miglioramento del transito intestinale
  • un miglioramento dei dolori mestruali
  • sensibile riduzione dei dolori alla colonna vertebrale, sia a livello lombare che cervicale
  • completa tonificazione di tutto il corpo
  • rilascio delle tensioni
  • acquisizione di una maggiore consapevolezza corporea
  • riscoperta della propria femminilità
  • maggiore autostima

Una disciplina così completa, che vi consente di restare in forma divertendovi e ballando su esotiche musiche orientali va assolutamente provata.

INFO: [email protected]  – Tel. 338.4241899

INSEGNANTE MONICA DEL PAPA

L’insegnante Monica Del Papa, in arte Wahida, è Maestra di Danze Orientali diplomata MIDAS e giudice di gara ACSI, ha studiato con maestri di fama nazionale ed internazionale e dal 2008 insegna con professionalità, passione e rispetto per la disciplina. Degna di nota, è la sua partecipazione a tre edizioni del Congresso Internazionale di Danze Orientali, in qualità di Maestra e danzatrice.

PERCORSO DI STUDI NELLE DANZE ORIENTALI

Nel 2004 ho intrapreso lo studio delle danze orientali.

Nel corso degli anni ho studiato (e continuo a studiare) sia con insegnanti di fama nazionale che internazionale, frequentando corsi e stages a vari livelli.

Negli anni 2009/2010 ho frequentato il percorso formativo professionale (teorico-pratico) di 50 ore, organizzato da “Accademia di Danze Orientali” della M° e Dott.ssa Maria Rita Gandra, al termine del quale ho sostenuto l’esame per il conseguimento del diploma MIDAS in Maestro di ballo in Danze Orientali (riconosciuto dal CONI), con l’esito di 9/10.

Dall’inizio del mio percorso di studi, al fine di approfondire la mia conoscenza tecnica e teorica della materia, oltre a documentarmi con testi specifici, ho frequentato (e continuo a frequentare) numerosi stages e seminari (per un totale, al momento, di 196 ore).

Alcuni degli argomenti di cui ho approfondito lo studio sono: la didattica nella danza orientale, la danza del ventre in gravidanza, la musicologia araba (il concetto di tempo, di velocità e di ritmo, i ritmi arabi, gli strumenti musicali nella musica araba, il concetto di Maqam), la danza classica applicata alle danze orientali, l’uso degli accessori (velo, doppio velo, bastone, ali di Iside, spada, cimbali, fan veils), lo studio e l’interpretazione dei diversi stili (Folk, Beledi, Sharqi), il genere Tribal, la danza a terra, il Flamenco arabo, l’Oriental Tango, lo Stile andaluso, e molto altro, con insegnanti di fama nazionale ed internazionale come: Sadie Marquardt (Canada), Mo Geddawi (Egitto), Amir Thaleb (Argentina), Omaris (Stati Uniti), Mohamed Shain (Egitto), Ansuya (StatiUniti), Mona Habib (Egitto), Saida (Argentina),Yamil Annum (Argentina), Alaa Abo Lelah (Egitto), Maria Strova (Roma), Sera Solstice (Stati Uniti), Paula Palomares (Spagna), Essam Mounir (Egitto), Shereen (Rep.Ceca), Giulia Mion (Pordenone), Simona Minisini (Pordenone), Maryem (Roma), Giulia Samyya (Milano), Olivia Mancino (Milano), Sarah Shahine (Varese), Klemcy Salza (Roma), Amira (Ungheria), Massimo Parolin-Maki (Belluno), Rachid Walid (Egitto), Samir El Turky (Roma),Zahyra (Prato), Chiara Ferrari (Alessandria), Alice Nuar (Milano), Stolfo(Trento), Raja(Firenze), Samara Salah(Egitto) Nesma AIAndalus (Spagna), Barbara Pettenati(Parma),Shaynaz (Roma) ,Teresa Tomas (Spagna),Danila e Khepaa (Palermo), Sara Pappalardo (Catania), Simona Minisini (Udine)  e molti altri.

Nell’Ottobre 2008 ,nel Maggio e Ottobre 2010, nel Maggio 2012, nel Maggio e Novembre 2013 e nel Marzo 2014 ho partecipato a sette edizioni del “Congresso Internazionale di Danze Orientali”, in occasione delle quali ho potuto frequentare diversi Master class tenuti da insegnanti di fama internazionale, in argomenti quali: l’insegnamento della danza del ventre alle bambine, la danza del ventre in gravidanza, il folklore egiziano, l’interpretazione dello stile Beledi e dello stile Sharqi, lo studio dei Maqam, gli archetipi femminili nelle danze orientali, lo studio dello spazio scenico ,l’interpretazione emotiva, ecc.

Nel Luglio del 2011 ho partecipato ad uno stage professionale di Bollywood Dance, tenuto dal coreografo indiano Rahul Verma, della durata di 3 giorni. Nello stesso mese ho proseguito lo studio di questa danza con l’insegnante Jamila Zaki di Milano, partecipando ad uno stage di 2 ore.

Nel Marzo 2014 ho approfondito lo studio della Bollywood Dance, frequentando uno stage di 3 ore con il ballerino e coreografo Sunny Singh.

Nel Novembre 2014 mi sono recata in India per un viaggio studio, nel quale ho potuto approfondire lo studio della Bollywood Dance, del Bhangra e delle danze folkloristiche del Rajasthan.

Nel Febbraio 2018 , in seguito alla frequentazione di uno specifico corso di formazione, ho acquisito la qualifica di Giudice di gara ACSI.

Per informazioni puoi anche scrivere una mail a [email protected] 

Se ti fa piacere...condividi!